RELOADED DESIGN

 

                                                                                                                                   10 FEBBRAIO 2017

 

 

RELOADED DESIGN Unique Visionary Décor. Con questa definizione non si può che essere d’accordo; i pezzi unici di Eliana Trentalancia non sono solo elementi d’arredo, sono come tele dipinte dall’anima. Un’anima dark- gotica direi, colta, sofisticata, sorprendentemente post-moderna. Mobili antichi ritrovati e reinventati, riportati alla contemporaneità con un paziente e studiato lavoro artigianale che ne fa oggetti di lusso speciali, perché nella loro nuova veste, c’è lo studio dell’oggetto, c’è la passione per l’arte, per i viaggi, per l’esoterismo, l’alchimia, e il background di un’artista con un curriculum professionale dove spiccano diversi anni di lavoro presso i più prestigiosi marchi del lusso internazionale della moda e del design, dopo la formazione al Fashion Institute of Tecnology di N.Y.

Pezzi d’arte che come personaggi, raccontano ognuno una storia diversa e straordinaria, ma appartenente allo stesso universo onirico, ironico, lontano dalle convenzioni  e dall’omologazione. E infatti ogni pezzo ha  un nome e una storia, un’epoca e una tecnica di lavorazione diverse, tutte frutto di mille tentativi, ricerca di materiali inediti e sperimentazioni. Specchi, ferro, cristalli, lastre traforate, pietre dure, bijoux, simboli esoterici, carte e tessuti, giade, teschi, segni dello zodiaco, e ognuno suggerisce un’emozione diversa, un sogno, una poesia, un mistero, una magia, culture diverse e contaminazioni, dal dark al gotico, fino al barocco di sapore francese, materiali poveri e preziosi, assemblati insieme per gioco e per sfida alle convenzioni del design tradizionale.

Ogni pezzo ovviamente è realizzato rigorosamente a mano. Come un’opera d’arte, appunto, solo che qui, sembra di fare un viaggio nel Paese delle Meraviglie.

 

MariaGrazia Pase

 

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInGoogle+share on Tumblr